180MILA EURO PERSI O QUATTRO CONSIGLIERI CONFUSI?

Relativamente alla nota dei consiglieri di minoranza sulla presunta
perdita del finanziamento di 180 mila euro a seguito di una nota giunta
dal Ministero, in attesa di avere la documentazione necessaria
(considerato che oggi è domenica!) vorremmo consegnare  alcuni spunti di
riflessione e, soprattutto, informare i cittadini:

1. La nota in questione sarebbe stata inviata genericamente a tutti i
comuni che hanno usufruito di quel finanziamento, il che si evincerebbe
anche dalla mancata intestazione della stessa lettera dove non è in
alcun modo indicato il nome specifico della città di San Vito dei
Normanni.



2. Nell’attesa della riapertura degli uffici, domani,  per avere tutta
la documentazione necessaria al riguardo, è possibile  comunque reperire
alcune informazioni utili dall’albo pretorio. Sicuramente per i
cittadini risulterà un po’ difficoltoso, ma non per i firmatari
consiglieri di minoranza, che potrebbero benissimo vedere come
dalla delibera di giunta del luglio 2021 risulterebbe che parte di quel
finanziamento è stato utilizzato per l’illuminazione pubblica tra via
Brindisi e via Follereu (la bretella che collega via Brindisi e via
Specchiolla, denominata via G. Falcone e P. Borsellino), ma non solo,
addirittura emerge da un’unica delibera (che fortuna!!!) del 20 luglio
2021, che con quel finanziamento sarebbero stati impegnati i fondi
necessari per  gli interventi di messa in sicurezza e di manutenzione
straordinaria presso gli edifici scolastici “Lanza del Vasto” e “don
Vincenzo Meo”, nonché di messa in sicurezza e manutenzione di diverse
sedi degli uffici comunali.

3. Infine, emergerebbe dalla nota incriminata, che l’Amministrazione in
questione, potrebbe presentare controdeduzioni corredate di idonea
documentazione entro il termine di 15 giorni dalla ricezione della
stessa.

Quindi è corretto sbandierare che questi soldi li abbiamo persi? La
tanto declamata correttezza della sinistra si scontra con comportamenti
poco ortodossi, attraverso i quali, pur di architettare teatrini sui
social,  utilizzano una nota generica e non specifica senza approfondire
nulla, vendendo solo ed esclusivamente disinformazione. Considerando che
gli interventi citati sarebbero stati effettuati, il “nessun intervento,
nessun progetto” o il “grave inadempimento” citati dai consiglieri di
minoranza, quali sarebbero???
La vera domanda da porsi è 180mila euro persi o 4 consiglieri confusi?

I consiglieri comunali Luana Iaia e Luciano Cavaliere di Fratelli
d’Italia, Vincenzo Calabretti di Forza Italia e i capigruppo delle liste
civiche il Cuore della Città, Domenico Vacca e la Nuova San Vito,
Giuseppe Di Viesto


Condividilo sui social