Abbandono dei rifiuti, un’abitudine dura a morire

Servizio e foto di Uccio Leozappa

Quello dell’abbandono dei rifiuti e del conseguente smaltimento rappresenta per il territorio Brindisino e non solo, una vera piaga. Tutte le Amministrazioni locali si trovano di fronte ad un fenomeno difficile da controllare e di non facile soluzione poiché ha a che fare con un basso livello del senso di civiltà ma anche di fronte alla mancanza di sensibilità di appartenenza degli stessi cittadini. Ricordo che uno dei cavalli di battaglia della compagine dell’attuale Amministrazione durante la scorsa campagna elettorale fu proprio quello di risolvere il problema dell’abbandono dei rifiuti.



“Il paese sarebbe stato tirato a lucido” . Evidentemente ingenuamente si può credere e anche forse in buona fede, sottovalutavano o non conoscevano in maniera approfondita il fenomeno. Oppure perché semplicemente facevano affidamento sulle proprie capacità manageriali che ovviamente e manifestamente forse, forse mancano. Tutto questo accompagnato da polemiche cariche di vergognosi insulti anche sul piano personale su FB da squallidi personaggi ora misteriosamente scomparsi i quali attribuivano la responsabilità alla vecchia amministrazione nascondendo invece vigliaccamente i propri interessi e velleità politiche. Quelle che seguono sono immagini riprese sul prolungamento di viale Germania. Sacchi di plastica stracolmi di rifiuti, alcuni giacciono lì da mesi e mesi. Non passa giorno che non venga abbandonato qualche altro sacco preda poi anche di un branco di una decina di pericolosi cani randagi che vagano indisturbati anche loro da diverso tempo in quella zona. È il caso che chi ha la competenza in merito prenda finalmente gli opportuni provvedimenti, non è un “ bel vedere” e cancelli una volta per tutte questa vergogna.


Condividilo sui social