Torna a giocare l’U.S. San Vito

Questo turno domenicale vede l’US San Vito (22 punti) affrontare all’E.M. Citiolo il Noicattaro (19 punti). La vittoria dei biancoverdi raddoppierebbe il distacco rispetto ai baresi e darebbe tranquillità a tutto l’ambiente. Perché ciò accada, i ragazzi di Monna devono scendere in campo con la mentalità giusta. Occorre archiviare la batosta di Castellana facendo ricorso a tutte le forze fisiche e psicologiche.
Tra le altre gare di giornata spicca la sfida Carovigno (42 punti) – Grottaglie (54 punti). Inevitabilmente, però, la partita sarà condizionata dalle decisioni che il Giudice Sportivo ha adottato in settimana. Infatti, i padroni di casa (si giocherà a Montalbano), a seguito della presunta rissa nella gara di Noci, saranno privi di ben cinque titolari e sarà veramente difficile contrastare la capolista, oramai lanciata verso le Promozione.
Il Santeramo (50 punti), seconda forza del campionato, riceve il Mottola (25 punti). Nonostante i tarantini abbiano la metà dei punti dei baresi, la gara si preannuncia gradevole poiché entrambe le formazioni sono in un periodo favorevole.



Il Crispiano (31 punti) può approfittare del turno di riposo del Latiano (33 punti) e mettere la freccia. Ma la trasferta di Palese contro l’Ideale Bari (28 punti) è molto insidiosa, data anche l’indisponibilità di alcuni elementi tra i tarantini.
L’altra gara che potrebbe essere condizionata dalle decisioni del Giudice Sportivo è G.C. Taranto (20 punti) – Noci (25 punti), con i baresi privi di almeno tre giocatori.
Da ultima spiaggia la partita tra Triggiano (12 punti) e Pezze di Greco (14 punti), rispettivamente ultima e penultima in classifica. Un pareggio non accontenta nessuna delle due perché condannerebbe entrambe ad un finale di stagione da incubo.
Sfida da centro classifica quella tra Sannicandro (29 punti) e Castellana (25 punti), formazioni che sono avviate ad una conclusione tranquilla del torneo.
Tornando in casa biancoverde, contro il Noicattaro (ore 15), mister Monna recupera qualche elemento ma, oltre all’apporto dei preziosi juniores, avrà bisogno del calore dei tifosi, 12° uomo in campo!
Come sempre, soprattutto con l’inverno agli sgoccioli, vi ricordiamo che domenica è sempre domenica.


Condividilo sui social